Seleziona una pagina

L’Illuminazione pareti in pietra dona eleganza e ricercatezza. Scopri dunque come illuminare una parete di pietra in ambienti interni ed esterni.

Le pareti di pietra sono sempre più richieste sia in architettura che per arredamento di interni e vengono utilizzate per dare un maggiore effetto materico agli ambienti.

In esterno sono impiegate per creare una fusione con il paesaggio circostante, in interno, invece, vengono adoperate per creare effetti suggestivi che donano eleganza e un tocco di modernità.

Sapere come illuminare una parete di pietra, che attraverso la texture a rilievo crea movimento, è molto importante per evitare di perdere ogni valenza estetica durante le ore serali.

Tipologie di pareti in pietra da Illuminare

Con le pareti in pietra ci si può davvero sbizzarrire visto la vastità di materiali e colori che si possono scegliere. La pietra vera viene preferita per il rivestimento esterno oppure per creare dei setti murari che danno rilievo alle varie geometrie della casa. Solitamente vengono utilizzati dei conci irregolari o dei piccoli sassi, ma possono essere utilizzati anche listelli irregolari.

In interno la scelta del tipo di pietra dipende dall’aspetto che volete donare all’ambiente. Se si vuole un carattere rustico si utilizzeranno mattoncini classici o conci chiari con superficie scabra o i sassi di fiume; se invece si vuole un effetto moderno si potrà utilizzare una pietra grigia oppure una pietra a spacco. I conci, sia molto grandi che piccoli e irregolari, possono far diventare la parete un punto focale dell’ambiente.

Listelli irregolari e di diversi spessori con toni neutri si adattano a diversi stili e donano dinamismo. Infine si possono creare effetti di chiaroscuro, attraverso l’utilizzo di differenti sfumature cromatiche, oppure utilizzare la tecnica del mosaico, anche monocolore.

Come illuminare una parete in pietra in esterno

Il suggestivo effetto della pietra su una parete esterna, che viene esaltato dalla luce durante le ore diurne, viene persa senza un’adeguata illuminazione notturna. Per esaltare il movimento delle pietre bisogna creare un’illuminazione ad hoc. Ove possibile è preferibile utilizzare un’illuminazione dal basso attraverso l’utilizzo di faretti.

Il fascio di luce dal basso verso l’alto crea dei suggestivi giochi di ombre che donano un’atmosfera elegante ed incantevole. Non utilizzando applique la pietra resta al naturale senza perdere quel sapore antico che la contraddistingue. Ove non sia possibile applicare faretti nel terreno allora si deve puntare ad un’illuminazione dall’alto verso il basso.

Preferibilmente i faretti vanno inserite nel sottotetto per poter aver un’illuminazione più ampia perdendo l’effetto lampione da strada. Un’altra soluzione è l’utilizzo di lampade a parete da esterno che vengono definite up & down perché hanno un fascio di luce sia verso il basso che verso l’alto.

Applicandole lungo il perimetro dell’abitazione riusciranno a donare la giusta illuminazione. Le applique classiche sono consigliate sulle pareti in pietra qualora si tratta di alberghi o ristoranti perché aiutano a far capire ai clienti i punti di ingresso agli ambienti interni. Infine utilizzare un’illuminazione a led vi aiuterà a diminuire i costi di manutenzione ed i consumi e, a seconda della luce che sceglierete, anche a creare suggestivi effetti cromatici.

Altra intrigante soluzione per valorizzare ed illuminare pareti in pietra sono le barre led da esterno. Resinare e rese impermeabili per resistere agli ambienti esterni, le barre led sono uno strumento di illuminazione molto raffinato ed elegante.

Come illuminare una parete in pietra in interno

Inserire una parete in pietra all’interno della propria abitazione serve per creare ambienti eleganti e suggestivi. L’ambiente più gettonato dove inserire la parete è il soggiorno, ma spesso si prediligono anche il bagno o la camera da letto.

In base alla stanza e allo spazio che si ha a disposizione per far risaltare la texture della pietra, gli effetti cromatici e chiaroscuri la parete deve essere rischiarata nel modo giusto. L’utilizzo dei classici faretti da incasso al soffitto è il metodo più utilizzato per l’illuminazione delle pareti in pietra degli interni.

Ove possibile, se la parete si trova in un ampio spazio oppure è un punto focale in una stanza è possibile utilizzare dei faretti incastonati nel pavimento. Le applique in interno sono sconsigliate per evitare di rompere la parete in pietra per applicarle, ma qualora non vi sia possibile utilizzare illuminazione alternativa il consiglio è puntare su quelle up&down.

Anche per gli interni le barre a led si rivelano un valido alleato per illuminare le pareti in pietra con un tocco di classe.

Errori di illuminazione pareti in pietra da evitare

L’importante, quando si illumina una parete in pietra è valorizzare le pareti in modo discreto ed armonioso.

Evitate di inserire luci che vanno dal basso verso l’alto insieme a luci che vanno dall’alto verso il basso, infatti in questo modo non avrete una maggiore illuminazione ma anzi si verranno a creare moltissime zone d’ombra.

In esterno, quando utilizzate l’illuminazione a pavimento, controllate che i faretti siano posizionati in modo tale da non illuminare le grondaie altrimenti si focalizza l’attenzione sui tubi pluviali perdendo la bellezza architettonica della parete.

Molto importante, quando si vuole utilizzare l’illuminazione dal basso verso l’alto, è tenere in considerazione le leggi in vigore, nel proprio comune, contro l’inquinamento luminoso. Inoltre si deve utilizzare questo tipo d’illuminazione solo qualora vi sia uno sporto o un tetto ove la luce si rifletta, altrimenti sarà solo uno spreco di illuminazione.

Infine, in base alla parete che dovete illuminare, scegliete bene il colore della luce e la larghezza del fascio luminoso evitando di strafare.

Correlati